📁
Supercazzola: Informazione Creative Common
Ecologia

NanoSafe

Il futuro delle batterie elettriche

Penso a quanti di voi sarebbero entusiasti di poter guidare un'auto elettrica con caratteristiche che la rendano competitiva rispetto a un'auto a benzina. Oggigiorno il problema principale è rappresentato dalle batterie che non garantiscono ancora un'adeguata autonomia, hanno dei tempi di ricarica troppo lunghi e un ciclo di vita troppo breve. Leggendo dei nuovi test di Altair Nanotechnologies devo ammettere che mi sono esaltato, anche se sono cosciente dei tempi che occorrono per passare dai test alla realtà di tutti i giorni. Comunque vi aggiorno sulla situazione: in base alle prove effettuate nei laboratori di Altair, leader nel settore delle nanotecnologie applicate, le nuove batterie Nanosafe dopo 15 mila cicli completi di ricarica mantengono l'85% della capacità iniziale, un risultato veramente entusiasmante. In teoria 15 mila cicli di ricarica corrispondono a oltre 40 anni di vita per una batteria, anche se nella realtà questo arco di tempo, a causa dell'usura e di eventuali rotture, va ridotto all'incirca a 20 anni.

Le batterie Nanosafe si ricaricano in soli 6 minuti, hanno una capacità di produzione energetica per unità di peso e di volume nettamente superiore rispetto alle normali batterie ioni litio e sono in grado di mantenere ottime prestazioni anche a basse temperature. Leggi le caratteristiche (in inglese) della batterie Nanosafe.

Argomenti nella stessa categoria